E' caduto l'ultimo tabù sulla clonazione!!

Panayiotis Zavos ha infranto l'ultimo tabù di trasferire embrioni clonati in grembo umano, una procedura che è un reato in Gran Bretagna ed è illegale in molti altri paesi.

Ho clonato embrioni umani”. E' questa la confessione shock dell'andrologo statunitense di origine cipriota. La clonazione è stata anche filmata da un produttore di documentari, Peter Williams. Il filmato è stato trasmesso mercoledì sera in Gran Bretagna sul canale "Discovery Channel". L'intervento è avvenuto in un laboratorio segreto, situato in un Paese mediorientale dove la clonazione non è vietata.

Il dott. P. Zavos, naturalizzato americano, ha anche alcune cliniche della fertilità nel Kentucky e a Cipro, dove è nato. I suoi pazienti - tre coppie di sposi e una donna sola - provengono dalla Gran Bretagna, dagli Stati Uniti e da un paese non specificato del Medio Oriente. Nessuno dei trasferimenti di embrioni ha portato ad una gravidanza, ma il dottor Zavos ha affermato che questo è stato solo il “primo capitolo” dei suoi tentativi di produrre un essere umano clonato.

Ci sono voluti 277 tentativi per creare Dolly, ma da allora la procedura di clonazione degli animali è stata sicuramente raffinata e ora è molto più efficiente, anche se la maggioranza degli esperti nel settore ritengono che sia ancora troppo pericoloso per gli esseri umani. Zavos ha respinto questi timori dicendo che molti dei problemi connessi alla clonazione animale - come i difetti congeniti riscontrati nella prole -sono stati ridotti al minimo. “In futuro, quando ci saranno le procedure corrette, tutto questo sarà molto più facile da fare”, ha detto.

Già le procedure corrette!!! I primi sventurati a nascere intanto avranno seri problemi di salute, come tutti gli animali clonati, che invecchiano precocemente, con un’esistenza non proprio ottimale.

Una persona cara che si vorrebbe riavere, sarà solo una copia, con un’identità differente, con un’anima diversa, che si svilupperà autonomamente nella sua esistenza. L’idea di vincere la morte sarà solo un’illusione, ma nel frattempo, l’egoismo dilagherà.

L’egoismo di riavere un figlio scomparso, l'egoismo di riavere un partner, e a queste vittime di ritrovarsi madre o padre, di figli che non hanno generato, ma che hanno lo stesso DNA.

Questa tecnica, già usata per gli animali, verrà utilizzata un giorno pure per l'uomo, accadrà, con o senza il ricercatore Panayiotis Zavosm e i suoi tentativi da pirata della scienza: in tanti sono disposti a pagare molto, troppo, perché una parte di se stessi, qualche cellula, possa moltiplicarsi per un altro lui e lo illuda che non ci sarà la morte.

La natura ha le sue leggi, spesso dure, come la morte: le nostre scorciatoie, ci porteranno solo dei guai.

6 commenti:

Orsobruno ha detto...

Qui siamo proprio al "diventereste come Dio".
Il guaio è che ne verranno sofferenze allucinanti per tutti.
Mi viene l'angoscia solo a pensarci, ma ritengo che queste cose vadano dette: tu pensa a una coppia che perde un figlio di 10-11 anni; lo fanno clonare; nella loro suprema e dolorosissima ignoranza, pensano che il bebé sia lo stesso figlio che è morto. Ma non lo è. Come dici benissimo, l'anima spirituale è forma dell'uomo: il ragazzino 11enne è in Cielo, il bebé è un'altra persona! Nonostante l'uguaglianza genetica, avrà anche tutt'altro carattere, come si vede nei gemelli monozigoti.
Quindi i genitori soffriranno nel vederlo così diverso, e non se ne daranno ragione. Il bimbo a sua volta soffrirà atrocemente percependo di non essere amato incondizionatamente, ma solo nella misura in cui riproduce il comportamento di un altro...
Già la vita è dura di suo, perchè la gente non capisce che, allontanandosi da Dio, diventa un inferno, già qui??
Scusa lo sfogo.
Un abbraccio

terry ha detto...

Ormai la strada è sempre più spianata. Prima lo si voleva fare per curare le malattie, ora per l'infertilità, poi per la selezione e infine l'eugenetica.
Che dirti amico mio, l'uomo pensa di poter tutto senza darsi più limiti. Arriveremo a non avere più neanche la razza umana, e non credo che sia poi così fantascenza.
un abbraccio

hayalel@yahoo.it ha detto...

Siamo già in tanti su questo pianeta, perché clonare un essere umano?
Non è solo un tentativo di raggiungere l'immortalità. Secondo me vogliono organi da espiantare a buon mercato"

terry ha detto...

E' chiaro che gli interessi in ballo sono tanti, tra questi anche l'espianto sicuramente.
La tristezza è che l'uomo non comprende la sacralità dell'essere umano, della sua essenza e della sua natura. Senza queste certezze, si va avanti senza limiti, sovvertendo ogni legge naturale.
Un abbraccio

MICHELE ha detto...

Al contrario di tente cose che si scrivono e si dicono,penso che la clonazione un giorno arrivando alla perfezione possa raggiungere anche a ricreare l'anima(cervello)così l'uomo la smette di crearsi un DIO.Però ricordatevi il cervello ricreato è un cervello azzerato(non ricorderà mai nulla della vita precedente);poi bisogna dimostrare se davvero è lo stesso cervello di prima,ma comunque sarà lo stesso ma nuovo.SE si userà la clonozione a scopi di questo genere o a scopi curativi,o,sempre a scopi di pace e di ben essere, ben che venga.

Anonimo ha detto...

Tutte le cose se usate a fin di bene,ben che vengano.La clonazione totale(umana) esiste già in natura solo ora l'uomo ne sta entrando in possesso.Clonare solo organi senza il cervello e utilizzarli non è reoto ma creando organi con cervello e utilizzarli questo è reato.L'uomo deve solo impartirsi regole e rispettarle.Noi uomini la dobbiamo smettere di immischiare LA fede con la folosofia e la religione con la fantascienza sfaciando in una totale ipocrisia.

Copyright © 2008 - Il posto che cercavo..bioetica - is proudly powered by Blogger
Smashing Magazine - Design Disease - Blog and Web - Dilectio Blogger Template