Una lettera al Ministro

Autori:
Viviana
Terry

Carissimi amici,

oggi vi presenteremo l’ultimo strumento, a sostegno della nostra iniziativa.
Lunedì siamo partite col raccontarvi cosa succede in una clinica svizzera, tanti di voi ci hanno dato sostegno e di questo non vi ringrazieremo mai abbastanza.

Vi chiediamo di collaborare ancora, non solo perché crediamo in questa iniziativa, ma soprattutto perché lo consideriamo un dovere. Promuovere la vita, e arginare tutto ciò che può invece negarla. Soprattutto se dietro ci sono interessi economici, che poco hanno a che fare con la dignità dell’uomo e la sua bellezza. Una bellezza trasfigurata forse nella fisicità a causa di una malattia, di un handicap, ma intatta nell’animo.

Abbiamo inviato una lettera al Ministro degli Esteri On. Franco Frattini, che vi proponiamo quì di seguito. Vi chiediamo un ultimo sforzo: quello di prelevarla e inviarla al Ministro con le vostre generalità. Vi chiediamo anche di farla girare in modo che in molti possano usare questo strumento. Più siamo, più possibilità abbiamo che qualcosa si muova.

Nel secondo rigo ci presentiamo come cattoliche, ognuno di voi può presentarsi come vuole perché siamo convinte che la difesa della vita non abbia colori, né bandiere, né religioni.

Vi ringraziamo in anticipo.

Indirizzo a cui la lettera va inviata:
segreteria.frattini@esteri.it

Alla cortese attenzione del
Capo Segreteria e Segretario Particolare
Dott.ssa Nadia SALVATORI

Gentilissima dottoressa Salvatori,
le sarei estremamente grato/a se, dopo avere preso visione della presente, lei potesse, nel momento più opportuno, porgerla all'attenzione del Signor Ministro degli Esteri, Onorevole Franco Frattini.

Ringraziandola anticipatamente, le porgo un caloroso saluto

Nome e Cognome


Onorevole Signor Ministro degli Esteri, dottor Franco Frattini,
sono/a un/a modesto/a blog-writer cattolico/a che, insieme ad alcuni "colleghi" e lettori, è rimasto molto impressionato dalla realtà delle cliniche che praticano l'eutanasia o suicidio assistito.

Come Lei saprà, cliniche di questo tipo si trovano in Belgio, Olanda e Svizzera; però, mentre nei due primi Paesi il "servizio" è riservato ai concittadini, la Svizzera invece apre le porte anche agli stranieri, e dunque anche agli italiani. Sono venuto/a a conoscenza che molti nostri concittadini hanno richiesto la "prestazione" e 15 di loro sono già stati uccisi.

Ci preoccupa molto il fatto che il proprietario della clinica abbia piani di marketing molto ambiziosi: non solo i malati terminali, ma chiunque sia stanco di vivere, potrà rivolgersi a loro.

Le notizie di cui disponiamo sono frammentarie e imprecise, le Vostre saranno di ben altra qualità, ma parrebbe che le Autorità elvetiche stiano valutando se intervenire in senso restrittivo sulle attività del centro.

Ora io mi chiedevo se Voi, come Ministero degli Esteri di uno degli Stati coinvolti nella vicenda, potreste fare una diplomatica pressione perchè lo Stato svizzero proibisca l'utilizzo del "servizio" ai cittadini italiani o comunque stranieri.

Conoscendo la Sua sensibilità ai temi che riguardano la difesa della vita sono certo/a che, se in questa vicenda esiste un margine di azione per il Ministero di cui Lei è titolare, lo attuerà al meglio.

Perciò, qualunque sia la Sua decisione, fosse anche "purtroppo non c'è niente da fare", La ringrazio comunque di cuore!

Con stima

Nome e Cognome
Account di posta elettronica
Link del blog (se ne avete)

11 commenti:

Anonimo ha detto...

E così non basta vessare i cittadini in Italia con la legge40, non basta vessare i cittadini italiani con la legge sul testamento biologico (obbligandoli di fatto a soffrire), ora cercate anche di dettar legge fuori dai confini nostrani???

Mi dispiace ma la Svizzera non è una colonia Vaticana!!!

Sto seriamente pensando di traslocare verso un Paese più laico e oscurantisca

viviana ha detto...

Buon viaggio

terry ha detto...

Caro anonimo,
come sei poco attento alle vere motivazioni, quanto vedi solo davanti al tuo naso.
un abbraccio

Orsobruno ha detto...

...colonia vaticana...
...verso un Paese più laico...

Terry, Viviana,
come s'è saputo che siete Cardinali di Santa Romana Chiesa e Prefetti di Congregazioni della Curia romana?
Io avevo fatto il possibile perchè la cosa non si sapesse...
Anche del Ministro Frattini non si dovrebbe sapere nulla... è sì Cardinale, ma 'in pectore'... ;-)

viviana ha detto...

@Orso: Il Paese è piccolo, la gente mormora :-P

@Anonimo scusa, noi cattolici siamo notoriamente poco svegli... tu vuoi emigrare in un Paese più laico ed oscurantista??

Ovviamente conosci il significato del lemma oscurantismo, vero?

terry ha detto...

@Orso e Viviana.
Ve possino, mi avete fatto ammazzare dalle risate:-)
A Viviana ce la vedo come Prefetto;-)
E a te Orso che sei il nostro padre spirituale?;-)
un abbraccio

Orsobruno ha detto...

Cara Terry,
è un'offerta interessante, ma non so se sono proprio adatto.
A te rischierei di assegnare come "esame particolare" di sopprimere quel tuo collega e noto blog-writer che ha messo in rete un video sui rapporti fra Gesù e la Maddalena, come materiale simpatico, da usare nel vostro lavoro...
E Viviana...! Lì sarebbe il contrario. Mi direbbe: "Senti c'ho du' teologi della liberazione che m'hanno proprio rotto i 'osi, quando s'era ragazzi si diceva 'oglioni, ri'ordi? Li posso...?"
E io: "No Viviana, te l'ho già detto: non più di cinque omicidi al mese; stavolta li hai già sfruttati tutti, e siamo appena al 7 del mese. Guarda che quando Ratzinger era Prefetto, non veniva torto un capello a nessuno"
"Nun me garba il paragone; lui è bavarese, e io so' senese; io c'ho bariletti di polvere da sparo al posto de' neuroni e sottilissimi 'andelotti di dinamite 'ome sinapsi!"

sudorepioggia ha detto...

Ciao Terry, mi sembra un'iniziativa giusta, e che non mi desta nessun dubbio anche perché non si parla di una decisione sofferta e silenziosa di un familiare, sbagliata, ma profondamente personale. Si tratta di una battaglia della morte contro la vita. Credo che purtroppo sia difficile superare il pregiudizio anticattolico, pregiudizio che impedisce di parlare delle questioni.
ottimo lavoro.
Ciao
S&P

terry ha detto...

Ciao S&D,
il senso di questa iniziativa è proprio quello di cui parli, e sono contenta che il messaggio sia passato chiaramente. Non è certo quello di imporre agli altri(come mi ha accusato un anonimo in un altro post)le nostre idee cattoliche. Non ho questo potere e anche se ce lo avessi non lo sfrutterei perché l'amore non si impone.
Un grande abbraccio

Anonimo ha detto...

Ciao terry io l'ho presa.
Federica

terry ha detto...

Ciao fede,
ti ringrazio tantissimo:-)
un abbraccio

Copyright © 2008 - Il posto che cercavo..bioetica - is proudly powered by Blogger
Smashing Magazine - Design Disease - Blog and Web - Dilectio Blogger Template