AIUTAMI A CAPIRE PERCHE' NON COMMENTI ;-)

Leggendo qua e là sui blog si dice che in media i lettori che lasciano un commento è piuttosto bassa, tipo al di sotto del 10%. Dalle classifiche si vede che il mio blog è abbastanza visitato (anche se ancora piccolo e nato da pochi giorni), ma come potete notare ci sono pochi commenti o nessuno.

Sinceramente delle classifiche non mi interessa, ciò che interessa sono i commenti perché quando li ricevo, per me diventa un momento di ulteriore riflessione e di confronto con chi lo ha lasciato. Nel mio piccolo cerco nei vari post che leggo di lasciare un commento dicendo tranquillamente quello che penso:-)

Allora mi sono posta delle domande al perché non ci sono commenti sul mio blog e quali possono essere le risposte e quindi le cause.

Anzitutto cosa spinge un lettore a commentare su un blog?

Credo:
1 L’argomento, se è interessante o meno
2 Se è leggero o impegnato
3 Lunghezza del post
4 Coinvolgimento diretto del lettore
5 La presenza di altri commenti
6 Visibilità da parte del lettore

Quali sono le resistenze a commentare sul mio blog?

Credo:
1 Forse perché scrivo post troppo lunghi? Gli argomenti che tratto sono delicati e vanno affrontati ad ampio raggio
2 Forse non sono interessanti per chi li legge? Però non ci sarebbero tante visite allora
3 Per chi legge il timore di dire cose banali? Questa sinceramente è l’ultima cosa che mi interessa perché un commento piccolo o lungo che sia non è mai banale
4 Forse in chi legge nasce l’idea che i miei post siano rivolti a degli specialisti? Mi auguro di no perché io non sono una specialista di bioetica e neanche un medico ma solo un’appassionata di bioetica. Credo che gli argomenti siano alla portata di tutti perché trattano argomenti che ci riguardano da vicino.

Se ti va fammi sapere perché non hai mai lasciato un commento oppure solo una volta, se c’è un fattore particolare, oppure dimmi quali sono i motivi che ti invogliano a commentare e quali no. Grazie:-)

10 commenti:

alessandro ha detto...

il problema cara collega è semplice..la gente non è sensibile a certe problematiche...
come insegniamo ai nostri ragazzi...bisogna usare la testa xke è quello lo specifico umano...se non usi la testa come fai ad ascoltare il cuore di fronte a problemi sulla vita?
il tuo blog è forte...reale...e la gente oggi non guarda al reale ma ai sogni...ecco quindi che quando ci si risveglia si cade!!!
continua così...un bacio
alessandro grazioso

Max ha detto...

Personalmente commento poco, ma non perchè sia poco sensibilizzato dagli articoli o poco interessato..è solo un mio modo di vivere la blogosfera. Mi piace veder nascere le discussioni e confrontare le varie opinioni. Intervengo quando la discussione è nel vivo o quando l'argomento mi riguarda particolarmente in prima persona (come in questo caso)

freespiritman ha detto...

Non sempre chi ci legge, è disposto a lasciarci un commento, e questo non significa che le nostre argomentazioni, non siano interessanti o non meritino di essere commentate. Sono ormai due anni che stò in rete, ed il mio blog a oggi ha ricevuto oltre trentamila visite, solo in duemilaequattrocento,però, hanno lasciato un commnto. Non fartene un cruccio, tu metti in piazza le tue idee, i tuoi pensieri, le tue opinioni, prima per te, poi se qualcuno le vuole leggere e commentare bene, altrimenti non fartene una colpa, la rete è immensa, vedrai che qualcuno si fermerà, così come hanno fatto Alessandro, Max ed io, che ci siamo fermati e ti abbiamo lasciato due parole.
Con l'occasione, voglio lasciarti anche gli auguri per un felice e sereno Natale.
Ti abbraccio e passa a trovarmi se ti và.
Free

terry ha detto...

ciao ale,
hai ragione molto spesso il problema è proprio quello, ci si ferma poco a riflettere.
Oggi purtroppo viviamo in una fase di permissivismo che abbraccia vari campi, questo però non può essere un alibi per lasciarci indifferenti, soprattutto su tematiche riguardano la vita.
Quale progresso c'è nel giocare con l'esistenza di chi non può difendersi?Come non possiamo interrogarci?!
Oggi tutto è globalizzato e omogeneizzato soprattutto i comportamenti, abbiamo bisogno di intelligenza e di coraggio come dici tu, per dare risposte concrete e propositive, per una difesa radicale e incondizionata della dignità dell'essere umano. grazie ale per il tuo commento spero mi verrai a trovare ancora:-)
un abbraccio

terry ha detto...

ciao max, grazie per il tuo commento,mi fa piacere che l'argomento ti trovi interessato:-)spero mi farai ancora visita.
un abbraccio

terry ha detto...

Grazie free,
hai perfettamente ragione, non sono certo i pochi commenti che bloccheranno le mie riflessioni o i miei posti, ma poichè non sono una veterana come te, volevo semplicemente capire:-)
Mi fa sempre piacere leggere un tuo commento e soprattutto avere il tuo sostegno, ti ringrazio molto, verrò a trovarti anche io:-)
un grosso abbraccio e buone feste anche a te se non ci sentiamo prima

Reginadistracci ha detto...

Cara Terry, uno deve scrivere le cose giuste perché sono giuste, deve fare un servizio gratuito alla verità, senza aspettarsi nulla in cambio. L'importante è che la gente legga quello che scrivi, non che lasci commenti. Se poi verranno anche i commenti, tanto meglio, ma non è quello l'indispensabile. Io personalmente leggo tutto quello che è scritto qui e in altri blog, ma poi non ho tempo di lasciare molti commenti. E poi facci caso: i blog con più commenti sono quelli più cretini.

Anna ha detto...

Ciao carissima!

Grazie della visita dalle mie parti!

Chiedi il perché dei pochi commenti? (anch'io ne ho pochi)
Mah! credo che dipenda dal fatto che le persone vogliono trovare un riscontro e diventare amiche.

Il riscontro si ha se il commentatore sa di poter partecipare ad una discussione interessante e vuole coinvolgersi oppure se sa di provocare reazioni infastidite (non hai ancora conosciuto i troll? io me ne ritrovo tra i piedi qualcuno quasi ogni giorno: ti auguro di non doverli sopportare... sono noiosi!)

Comunque è una questione di tempo e di amicizia: se anche tu vai in giro tra i blog e ti fai conoscere, ma per il gusto di instaurare un rapporto anche solo internettiano, qualcosa succede.

Ma non è il caso di prendersela se la gente commenta poco: l'importante è - come diceva un commento a questo post - che tu renda un servizio alla verità.

Proprio per questo vorrei invitarti a dare uno sguardo al sito www.samizdatonline.it, dell'omonima associazione, nata appunto per rendere un servizio alla verità con un sostegno reciproco d'amicizia reale: se ti interessa puoi chiedere di associarti anche tu.

ps: non so se hai letto il mio invito a consultare il sito www.salutefemminile.it, curato da una socia di Samizdatonline e aggiornatissimo sulla bioetica!

Un abbraccio!

terry ha detto...

ciao regina,
in effetti hai ragione. Ho solo pensato non vedendo commenti che forse non erano interessanti i miei post, o forse c'era qualche problema a commentare su queste tematiche, ma quello ch state dicendo mi aiuta a capire che non è così.
Certo andrò avanti per la mia strada, che come dici tu rimane un servizio alla verità, poi chiaramente ognuno è libero di commentare oppure no.
Non parlerò più del perchè non ci sono commenti ai miei post...promesso:-)
un abbraccio

terry ha detto...

ciao anna, grazie anche per il tuo commento. Anche tu hai ragione in quello che dici. Andrò avanti per la mia strada, se i commenti arriveranno bene altrimenti non fa nulla, non saranno certo questi ad indebolire la mia voglia di comunicare e dire ciò ch penso.
No non ho ancora conosciuto i troll ma ho visto che nel tuo blog ti vengono a trovare, vuol dire che dici cose interessanti che danno fastidio:-)
Farò anche un salto sui due link che mi hai fornito, saranno per me sicuramente interessanti.
un abbraccio

Copyright © 2008 - Il posto che cercavo..bioetica - is proudly powered by Blogger
Smashing Magazine - Design Disease - Blog and Web - Dilectio Blogger Template